Decrease font size Default font size Increase font size

sale1mf

sale3news

Giuseppe306x150rit

In memoria di Giuseppe, 20 anni dopo

(da giornalistitalia.it) e  Il 3 settembre di 20 anni fa mio fratello Giuseppe decise di lasciarci, doveva fare 36 anni. È un anniversario doloroso per me e la mia famiglia, una ferita ancora aperta. Giuseppe era l’allegria, la spensieratezza, ma anche il dolore soffocato dentro per molto tempo. Un dolore che l’ha corroso dentro ma che non gli ha impedito fino all’ultimo di portare a termine la sua missione di rendere verità e giustizia a nostro padre.

Giuseppe Francese

 

giuseppe francese 20140106 1575908350 Ci ha insegnato a non rassegnarci, ci ha spinti a lottare per abbattere il muro di silenzio, ha cominciato a leggere tutto sulla mafia, a scrivere. È stato un gigante che ha sfidato le sue fragilità ed ha pagato un prezzo altissimo.
Venti anni dopo vogliamo ricordare il ragazzo sorridente, sempre pronto alla battuta, generoso. Vogliamo ricordarlo non nel giorno della morte, ma in quello del compleanno, 56 anni, perché Giuseppe è ancora vivo nel cuore di molti, non solo della sua famiglia.
Lo ricorderemo, perciò, questo pomeriggio a Bagheria, alle ore 18, nella chiesetta di Santa Rosalia a Villa Cattolica, con una messa celebrata da padre Francesco Michele Stabile, e a Palermo il 9 settembre, alle ore 17 a Palazzo Montalbo, in via dell’Arsenale 52, sede del Centro regionale per la progettazione e il restauro diretto dalla dottoressa Alessandra de Caro, che ha aderito con entusiasmo all’iniziativa mettendoci a disposizione i locali. Ci saranno amici, giornalisti, avvocati, magistrati, racconteranno chi era e il suo impegno antimafia.

Search

facebook-icon twitter-icon google-plus-icon

legalita logo sito 152x50

 logo liberapalermo
liberapalermo

libera

Solidariao

ossigeno

App Noma

udc1

www.webzoom.it by Nino Pillitteri